Gruppi folcloristici 2023
113┬░ Carnevale Storico di Pont-Saint-Martin

Musikkapelle La Lira di Issime

Fondata nel 1906 sotto la guida del Maestro Piovano contava all'inizio 18 musici.
Al primo maestro successero nel tempo vari direttori locali.
La banda dovette poi subire alcune interruzioni a causa degli eventi bellici degli anni 1915-18 e 1940-45.
La sua funzione era quella di rallegrare le feste patronali, matrimoni, serate danzanti in loco e nei paesi vicini.
Nel 1970 cessava la sua attività, ma si ricostituiva nel 1979 su iniziativa del sig. Guido Linty e di altri pochi soci rimasti.
La banda, attualmente presieduta dal sig. Giulio Lazier, conta circa 50 elementi quasi tutti giovani sotto la guida del Maestro Enrico Montanari che iniziò i suoi primi approcci musicali in seno alla banda stessa.
Essa partecipa a numerose manifestazioni con un repertorio prettamente bandistico con saltuari inserimenti di brani classici e moderni.

Visita il sito web


Pifferi e Tamburi di Andrate

Insignito dell'onorificenza di Senatore del Carnevale per la fedele partecipazione alle sfilate del nostro carnevale, il Gruppo dei Pifferi e Tamburi di Andrate, costantemente presente sin dall'anno 1972, è considerato ormai un elemento immancabile della manifestazione.

Il gruppo allieta, con il suono delle ‘pifferate’ che compongono il suo repertorio, tutte le giornate di festa e va considerato come vera e propria parte integrante del corteo storico, preannunciando l'arrivo del carro della Ninfa.


Carnevale dei Piccoli di Carema

La Mugnaia, il Generale, gli Ufficiali, le Vivandiere e tutti gli altri personaggi tipici dei carnevali canavesani sono qui rappresentati da bambini dai 6 ai 9 anni di età.
Una particolarità che rende questo carnevale particolarmente simpatico e gli infonde quella dolcezza che solo la presenza dei bimbi può offrire.


Banda musicale di Carema

La Banda Musicale è stata fondata nel 1845 così come ricordato nell’ormai storico stendardo esposto nella Casa della Musica, sede dell’associazione.
Grazie alla passione e perseveranza dei propri associati e l’impegno dei Maestri che si sono succeduti in tutti questi anni la Banda Musicale di Carema è riuscita a passare indenne anche momenti storici cruciali come l’unità d’Italia e le due guerre mondiali senza mai interrompere la propria attività.
Come tutte le tradizionali formazioni bandistiche, la Banda Musicale di Carema è stata ed è ancora oggi sempre presente nella vita del paese, in particolare nei momenti più importanti, come le ricorrenze, i momenti istituzionali e le feste esibendosi con sfilate e concerti.
Il repertorio spazia dai brani classici alla musica moderna, dallo storico Inno del Carnevale di Ivrea alle più recenti Marching Band.
Attualmente l’associazione è composta da 54 musici ed è diretta dal Maestro Renato Yon.


Pifferi e Tamburi di Arnad

Nato ad Arnad nel 2005 il “gruppetto” è inizialmente formato da 7 elementi suonatori effettivi e da alcuni volenterosi amici che collaborano per far sì che il gruppo cominci il suo cammino.
Negli anni successivi il gruppo si amplia, migliorando la quantità e la qualità, permettendo così di partecipare alle prime manifestazioni anche al di fuori del paese.
Con l'arrivo dei “ragazzi di ponte” e l'entrata di ulteriori arnaiot, il gruppo si completa e oggi può contare su 25 elementi suonatori effettivi.
Nel 2009 il gruppo fa un passo importante, presentando la sua prima divisa Napoleonica.
Oltre alla musica, decisamente sempre in continuo miglioramento, i Pifferi e Tamburi di Arnad acquisiscono così anche un tocco di eleganza e storicità che viene molto apprezzato durante le sfilate.
Le molte richieste di partecipazione a manifestazioni estive rendono necessaria la realizzazione di una “divisa leggera” che riscuote un ottimo successo fra il pubblico.

L'impegno e la serietà che sono le caratteristiche del gruppo hanno dato i loro frutti: la partecipazione a numerosi eventi, anche al di fuori dei confini regionali, sono la prova dell’ottimo lavoro sin qui svolto e sono lo stimolo per continuare sempre a migliorare.


Comité di Catro Tor di Aymavilles