Gruppi folcloristici 2012
102¬į Carnevale Storico di Pont-Saint-Martin

Brianza Parade Band 

 

Formazione da parata e spettacolo del Corpo Musicale Santa Cecilia di Veduggio con Colzano (Monza e Brianza). Una realtà consolidata con una storia di 10 anni alle spalle e con alla base un corpo musicale che ha una storia ultracentenaria e che promuove una scuola fatta di tanti allievi, per tanti strumenti e con insegnanti di fama internazionale.
Ispirata alle marching band da parata di stile americano, è parte integrante dell’Associazione Italiana “Italian Marching Show Band”, sin dalla sua fondazione. Composta da circa 35 elementi e accompagnata da un gruppo di Color Guard, si esibisce in parate coreografiche e “standing concert” ispirandosi alle esibizioni tipiche delle marching band, formazioni dove la musica oltre che ascoltata è anche guardata e presentata in maniera coreografica e coinvolgente per il pubblico.
10 anni di sfilate, parate, competizioni e successi ottenuti portando in ogni luogo musica da ascoltare e soprattutto da vedere. Ha partecipato a molti eventi nazionali e internazionali, ed in particolare ricordiamo innumerevoli parate a Milano, Torino, Bergamo, Lecco, San Remo, Busseto, Chivasso, Latina, ecc.
La Brianza Parade Band è diretta dal drum major Alberto Miggiano e coordinata dal presidente Roberto Luppino.

 

"Ogni volta che abbiamo costruito un futuro, non ci siamo mai fermati a guardarlo mentre diventava passato. Ogni volta che abbiamo realizzato un sogno, siamo andati avanti a immaginarne uno più bello. Ed abbiamo capito che non è importante essere grandi, ma avere grandi sogni".

Visita il sito web


Pifferi e Tamburi di Andrate 

Il gruppo Pifferi e Tamburi di Andrate ha una storia che risale al secondo dopoguerra, alla fine degli anni Quaranta. Allora un gruppo di 4-5 giovani appassionati si ritrovava durante i giorni di carnevale a girare il paese diffondendo il suono dei pifferi per le sue vie. Iniziatore di questa tradizione è stato Gennaro Molinatti Gal che per anni ha guidato il gruppo pur essendo l’unico suonatore di piffero. Lo strumento adottato non è un comune piffero, bensì un ottavino d’ebano in re bemolle, sistema Ziegler, che ha un suono più alto e squillante. Già intorno agli anni 1964-65 il gruppo si fa più numeroso, ma lo spirito che lo guida è sempre solo la passione per la musica e il divertimento. Nel 1972, in seguito alla richiesta della Pro Loco di Pont-Saint-Martin di andare a sfilare al loro carnevale, il Gruppo provvede a far confezionare delle divise appropriate e inizia così l’avventura che continua ancora oggi. Da allora il gruppo è in continua evoluzione.

Visita il sito web


La Lira Musikkapelle di Issime 

Fondata nel 1906 sotto la guida del Maestro Piovano contava all'inizio 18 musici. Al primo maestro successero nel tempo vari direttori locali: Vitale Consol, Adolfo Christille, Luigi Linty, Cristoforo Consol, Cesare Consol ed Emilio Yon. La banda dovette poi subire alcune interruzioni a causa degli eventi bellici degli anni 1915-18 e 1940-45 mentre la sua funzione era quella di rallegrare le feste patronali, matrimoni, serate danzanti in loco e nei paesi vicini. Nel 1970 la banda, in seguito ad una crisi di musici, cessava la sua attività per poi ricostituirsi nel 1979 su iniziativa del sig. Guido Linty e dei pochi soci rimasti, sotto la guida dei M.stri Rosini, Mussati e Paolo Linty. La banda, attualmente presediuta dal sig. Giulio Lazier, conta circa 50 elementi quasi tutti giovani sotto la guida del Maestro Enrico Montanari che iniziò i suoi primi approcci musicali in seno alla banda stessa. Essa partecipa a numerosi manifestazioni con un repertorio prettamente bandistico con saltuari inserimenti di brani classici e moderni.

Visita il sito web


Pifferi e Tamburi di Arnad 

Nato ad Arnad nel 2005 il “gruppetto” è inizialmente formato da 7 suonatori effettivi e da alcuni volenterosi amici che danno una mano, così il gruppo inizia il suo cammino. Negli anni successivi il gruppo si amplia, migliorando la quantità e la qualità, permettendo così di partecipare alle prime manifestazioni anche al di fuori del paese. Con l'arrivo dei “ragazzi di Ponte” e l'entrata di ulteriori arnaiot, il gruppo si completa e oggi può contare su ben 25 suonatori effettivi! 
Nel 2009 il gruppo fa un ulteriore importante passo, presentando la sua prima divisa Napoleonica. Oltre alla musica, decisamente sempre in continuo miglioramento, i Pifferi e Tamburi di Arnad hanno così anche un tocco di eleganza e storicità che viene molto apprezzato durante le sfilate.

L'impegno e la serietà che sono le caratteristiche del gruppo, stanno dando i loro frutti e ci auguriamo che il grande successo ottenuto finora possa continuare ancora per tanti anni. 

Visita il sito web


Carnevale dei Piccoli di Carema 

La Mugnaia, il Generale, gli Ufficiali, le Vivandiere e tutti gli altri personaggi tipici dei carnevali canavesani sono qui rappresentati da bambini dai 6 ai 9 anni di età.
Una particolarità che rende questo carnevale particolarmente simpatico e gli infonde quella dolcezza che solo la presenza dei bimbi può offrire. 


Pifferi, Tamburi e Majorettes di Lessolo 

Il gruppo Pifferi Tamburi e Majorettes di Lessolo nasce nel 2004 da una fusione fra il Gruppo Pifferi e Majorettes “LA CUNTA” ed il Gruppo "PIFFERI DEL CANAVESE", entrambi di Lessolo.

I due gruppi hanno origini diverse:
Il Gruppo Pifferi e Majorettes “LA CUNTA” nasce nel 1972, con un organico composto da Pifferai, Tamburini, Cassista e Majorettes per un totale di otto elementi, tutti giovanissimi di Lessolo con un’età compresa fra i 12 e i 17 anni.
Il Gruppo Pifferi del Canavese ha invece origini più antiche, ma si ricompone nel 1971, dopo un breve  periodo di difficoltà, con un organico composto da Pifferai, Tamburini e Cassista per un totale di sette elementi.
 
Oggi il Gruppo Pifferi e Majorettes di Lessolo conta un organico di 52 elementi, così suddiviso : 11 Pifferai, 20 Tamburini, 2 Cassisti , 18 Majorettes e 1 Porta stendardo.
Le esibizioni musicali del gruppo si basano su tre strumenti musicali: l’ottavino, il tamburo e la grancassa; la divisa è di colore rosso e blu col cappello, mentre quella delle Majorettes è di colore rosso e bianco.
Molti sono i giovani che hanno iniziato a suonare nel gruppo e molti sicuramente continueranno a farlo.
35 anni di attività musicale premiano l’impegno del gruppo, ma soprattutto mettono in evidenza la nostra missione che resta quella di far sì che le tradizioni continuino negli anni e si tramandino alle generazioni future.

Visita il sito web


Banda musicale di Carema 

La Banda Musicale di Carema fu fondata nel 1845 così come ricordato nell’ormai antico stendardo esposto alla “Casa della Musica” sede dell’associazione.
Come tutte le formazioni bandistiche la nostra associazione è stata ed è ancor oggi sempre presente nella vita del proprio paese e grazie alla costanza di tutti i maestri che si sono avvicendati nella direzione della compagine bandistica buona parte della popolazione di Carema si è potuta avvicinare alla bellissima arte della musica rinforzando la compagine di generazione in generazione.
I momenti più importanti da ricordare nell’attività musicale dell’associazione possono essere riassunti nelle seguenti date:
- il 10-11 Giugno del 1923 venne organizzato a Carema il 1° grande Convegno di Bande Canavesane e Valdostane con la partecipazione di 12 Bande e l’esecuzione della marcia-convegno “Evviva Carema” del M° Guindani di Ivrea.
- nel 1945 Centenario della Banda con l’esecuzione della marcia “Centenario” di E.Beltramelli.
- nel 1951 Raduno delle Bande con l’esecuzione della marcia “Convegno di Carema” .
- nel 1975 convegno bandistico in memoria del M°Cav. Vairetto Martino con l’esecuzione della marcia “Ricordando mio padre” composta dal figlio Giovanni.
- dal 1983 la Banda ha partecipato al raduno delle Bande della Comunità Montana “Dora Baltea Canavesana” organizzando il V° Convegno nel 1987.
- nel 1995 la Banda Musicale di Carema ha festeggiato i suoi 150 anni con un mini raduno bandistico e l’esecuzione della marcia "XX^ Secolo" composta per l’occasione dal Prof. Martinetti Mazoni Bruno.
-Il cambio di millennio è stato un momento importante per la Banda Musicale di Carema in quanto ha avuto l’onore di organizzare il XII^ Raduno delle bande musicali della Comunità Dora Baltea Canavesana e sempre nel 2000 ha partecipato alla manifestazione di apertura dei Mondiali di Canoa e Kayak in Francia.
Durante l’anno l’associazione svolge servizi musicali allietando le sagre di paese e i momenti celebrativi (Festa dell’uva e del vino, Festa della Primavera, Carnevali, Priorate,  IV Novembre ecc.) esibendosi in sfilate e concerti tra i quali l’ormai tradizionale “Concerto tra i vigneti” all’inizio dell’estate e il “Concerto di Santa Cecilia” in Novembre.
Attualmente la direzione musicale è affidata al prof. Renato Yon mentre il Presidente è il fratello Fulvio Yon.

 


 BATACLAN

Marching Band composta da 311 alunni della scuola media Carlo Viola e ideata dalle insegnanti Marinella e Monica Viola come progetto di valorizzazione del territorio e di coinvolgimento in uno dei momenti storici e sociali più importanti.
La Marching Band è realizzata in collaborazione, oltre che con la Pro Loco e la Consorteria delle Ninfe, con la Fondazione Istituto Musicale e le Bande del territorio (Gaby, Issime, Pont-Saint-Martin, Donnas e Hône). I docenti della SFOM di Donnas e di Aosta, Marco Giovinazzo e Mauro Gino, coordinano la parte delle percussioni coinvolgendo i loro allievi e quelli delle bande; Davide Sanson ha rielaborato la parte per gli ottoni (allievi dell'IMP e delle bande) che affiancheranno le percussioni nella sfilata e che saranno diretti da Stefano Viola (IMP). Grazie a Ivana Bergo Tabasso che ha aperto gli archivi del Maestro, Claudia Favaro ha rielaborato un brano di Artemio Tabasso che sarà il tema musicale che verrà sviluppato in Piazza IV Novembre e che costituirà l'omaggio alle Ninfe.

L'esibizione della Marching Band "Bataclan" si svolgerà giovedì 16 febbraio (giovedì grasso), con partenza alle ore 14.30 dal piazzale della Scuola media, sfilata lungo la via Chanoux, via Roma, Ponte romano, piazza IV Novembre (esecuzione dell' "Omaggio alla Ninfa del Lys") e ritorno alla Scuola.